●↑
STRTGY ti invita a rivivere

Humanocracy

In collaborazione con

Data e ora

19 Dicembre 2022, 18:30

Durata

50 min

lingua

Italiano

Guarda il Replay dell’evento


Informazioni sull’evento

Di cosa si tratta

Quante volte la burocrazia aziendale frena il progresso?

È possibile creare organizzazioni contemporaneamente grandi e veloci, disciplinate e responsabili, efficienti e imprenditoriali, audaci e prudenti?

Si, a patto che si mettano al centro gli esseri umani e non strutture o processi.

Al centro delle nostre organizzazioni, invece, di un modello di gestione che cerca di aumentare il controllo in nome dell’efficienza, abbiamo bisogno di un modello che cerca di aumentare il contributo delle persone per supportare il loro impatto nel mondo.

Abbiamo bisogno di sostituire la burocrazia con l’umanocrazia e la distinzione essenziale tra questi due modelli è la seguente:

Quando c’è burocrazia gli esseri umani sono gli strumenti, sono le risorse impiegate da un’organizzazione per creare prodotti e servizi.

Quando c’è umanocrazia è l’organizzazione a essere lo strumento, è il veicolo che gli esseri umani usano per migliorare la propria vita e quella di coloro che servono.

La domanda che sta alla base della burocrazia è: «come possiamo fare in modo che gli esseri umani funzionino meglio per l’organizzazione?»

La domanda al cuore dell’umanocrazia è invece: «quale tipo di organizzazione pemette alle persone di dare il meglio di loro stesse?»

Le implicazioni di questo cambiamento di prospettiva sono profonde.

Incontremo dal vivo Michele Zanini, autore insieme Gary Hamel, uno dei più influenti business thinker al mondo, di “Humanocray. Imprese straordinarie come le loro persone”, edito in Italia da Ayros.

Insieme hanno dedicato gran parte del libro a esplorare le differenze tra questi due modelli e a fornire idee pratiche per intraprendere il viaggio dalla burocrazia all’umanocrazia.

Inizia il tuo viaggio verso un’organizzazione più umana, più innovativa, più resiliente.

Nella conversazione interattiva abbiamo parlato:

Delle insidie della burocrazia e del perché dobbiamo abbandonare lo stile di management dell’era industriale per quello dell’era dell’informazione, dove il capitale più importante di tutti, anche di quello economico, è il capitale umano.

Di casi di studio di organizzazioni che hanno avuto successo nel ripensare la gestione delle loro attività mettendo anche in discussione il mito che alcune aziende della Silicon Valley hanno creato quando invece la frontiera del management avviene in settori noiosi ma incredibilmente profittevoli dei quali nessuno parla.

Abbiamo affrontato i principi sui quali iniziare a trasformare le nostre organizzazioni. Un’impresa apparentemente semplice eppure insidiosa.

Alla fine di ogni capitolo di Humanocracy gli autori forniscono istruzioni chiare e dettagliate su ogni principio riassumendo come potrebbe essere il piano d’azione ideale. Ma questo per alcuni non è sufficiente.

Qualora tu abbia già letto il libro o tu stia decidendo di acquistarlo, questo STRTGY meeting è un’occasione imperdibile per non lasciare le tue domande senza risposte.

Gli speaker

Michele Zanini

Autore, Humanocracy

Michele Zanini è cofondatore di Management Lab. Assieme a Gary Hamel, Zanini aiuta le organizzazioni orientate al futuro a diventare luoghi di lavoro più resilienti, innovativi e coinvolgenti. In precedenza Zanini è stato associate partner di McKinsey & Company e leader nell’organizzazione, nella strategia e nei servizi finanziari dell’azienda.

Ha lasciato l’Europa per gli Stati Uniti nel 1994 per frequentare la John F. Kennedy School of Government dell’Università di Harvard, dove si è laureato con un master in politiche pubbliche nel 1996. Si è poi trasferito a Santa Monica, in California, e ha conseguito un dottorato di ricerca in analisi delle politiche presso la Pardee RAND Graduate School.

Zanini è stato un socio associato alla McKinsey & Company e leader nelle pratiche di organizzazione, strategia e servizi finanziari dell’azienda.

Ha trascorso cinque anni come analista politico alla RAND Corporation, un think tank di politica pubblica. A metà degli anni ’90 ha condotto una ricerca su come i terroristi e altri gruppi di insorti stavano sfruttando le tecnologie dell’era dell’informazione per operare come reti agili.

Nel corso degli anni, ha scritto una serie di articoli sulla strategia e l’organizzazione per il McKinsey Quarterly. I suoi scritti e le sue ricerche sono stati pubblicati nella Harvard Business Review, il Financial Times e Fortune.

Attualmente vive a Boston con sua moglie e tre figlie.

Antonio Civita

Founder, STRTGY

Lavora nel campo dell’innovazione e della strategia per clienti selezionati che hanno deciso di crescere più velocemente della competizione implementando processi di management strutturati, rigorosi e condivisi.

È autore di MAKE PROGRESS con gli OKR, il libro più pragmatico sulla metodologia OKR che potrai mai leggere in italiano, edito da Flacowski. 

Questo non è un webinar

Questo evento è uno STRTGY Meeting™.

A differenza dei classici webinar dove puoi solo ascoltare e utilizzare la chat, gli STRTGY Meeting™ sono delle call strategiche su Zoom dove ognuno può accendere microfono e webcam, alzare la mano e interagire con gli ospiti.

È un’occasione unica per imparare dai migliori nel campo!

Lascerai l’evento con le risposte alle tue domande più importanti e con suggerimenti pratici da applicare immediatamente. 

L’elevato livello di interazione è una caratteristica distintiva dei nostri eventi e richiede l’adozione di piccoli accorgimenti per elevare la qualità dell’esperienza di tutti i partecipanti:

  • massimo 100 partecipanti simultanei

  • accesso entro 15 min dall’orario di inizio alla waiting room

  • possibilità di accendere microfono e webcam per interagire

Ti aspettiamo!

Chi partecipa agli STRTGY Meeting™ è entusiasta

Voto 9/10

Inspiring! Format di confronto interattivo che promuove il valore di scambio in una community, offrendo un’interazione più viva e coinvolgente di una chat e uno stream video

Enrico Dessi
Innovation & Digital Transformation Manager, Giorgio Armani
Ha partecipato a The Global State of OKRs - Reports 2023 / Edizione Italiana
Voto 10/10

È stato un momento ricchissimo di valore e di presa di coscienza sul bisogno e l’utilizzo degli OKRs in azienda

Samuel Chiaraluce
CEO, WeBeyond
Ha partecipato a The Global State of OKRs - Reports 2023 / Edizione Italiana
Voto 9/10

High quality, inspiring, strategic

Juan Francisco Fruci
Docente, UDLA
Ha partecipato a The Global State of OKRs - Reports 2023 / Edizione Italiana
Voto 10/10

Impattante e potente nel processo di rielaborazione del proprio viaggio con gli OKR. Fantastica esperienza!!!

Andrea Bocci
Project Manager, Viabizzuno
Ha partecipato allo STRTGY Meeting con Jenny Herald
Voto 8/10

Un momento formativo e di confronto, interattivo e innovativo nella sua modalità di racconto

Andre Moro
Managing Director, O-one
Ha partecipato al The Global State of OKR - Reports 2023 / Edizione Italiana
Voto 8/10

Un’ora che ti offre mesi di approfondimento

Stefano Martiradonna
Head of Growth, Pemcards
Ha partecipato allo STRTGY Meeting con Gennaro Cuofano
Voto 9/10

Un grande investimento del proprio tempo

Flavio Vallone
Trace Platform Leader, Gucci
Ha partecipato allo STRTGY Meeting con Daniele Francescon
Voto 8/10

Un evento di formazione e crescita personale utile da inserire nelle giornate di lavoro Webinar top, molto interattivo anche con l’utilizzo di Miro

Nicola Pagliarin
Responsabili Finanza & Controllo, Strahl Grain Dryers
Ha partecipato a The Global State of OKRs - Reports 2023 / Edizione Italiana
Voto 10/10

Professionale e innovativo grazie alla qualità dei contenuti e l’interazione con i partecipanti

Matteo Tagliabracci
CEO, Nextlevel
Ha partecipato a The Global State of OKRs - Reports 2023 / Edizione Italiana