No. 38

Il gatto nella scatola dell’innovazione

3:43 di lettura — 50% vivo, 50% morto, outsourcing del futuro, Persone, Processi e Prodotti.

Hey, buon lunedì,

Passato un buon weekend?

Ho scritto questa nota domenica sera per fermare alcune riflessioni che mi sono venute in mente dopo una bellissima e lunga chiacchierata con un caro amico che ho rivisto in persona solo sabato da quando, a marzo, c’è stato il lockdown.

Devi sapere che ci separano poco meno di 20 anni ed è una persona che starei ad ascoltare per ore (cosa che ho fatto) e assorbire, come per osmosi, la sua esperienza. 

Tra i due il “vecchio” è lui e questa differenza di “saggezza” mi permette di inquadrare le cose da un’angolatura, per quanto mi riguarda, estremamente interessante: quella degli imprenditori e dei dirigenti di quelle piccole e medie imprese responsabili della gran parte del PIL italiano.

Ecco di cosa abbiamo parlato…

Contemporaneamente vivi e morti

Mi raccontava che era entrato in un negozio di lampade per acquistare una ventina di abat jour, di quelle senza filo con le batterie, da mettere sui tavoli del suo ristorante. 

È uno con le idee molto chiare. Non fa mai perdere tempo. Era andato dritto al punto. Modello e quantità. Purtroppo è uscito a mani vuote.

Il proprietario del negozio gli ha detto che ci sarebbero voluti 15 giorni per averle.

Appena fuori dal negozio gli è bastato digitare le prime lettere del modello nel box di ricerca di Amazon per scoprire che avrebbe potuto riceverle, tutte e 20, in 2 gg. perché non ha Amazon Prime. Altrimenti in un giorno solo.

Ha capito che quel negozio, uno dei più famosi di Firenze, è contemporaneamente aperto ma anche chiuso, per sempre.

Aperto perché effettivamente è potuto entrare, parlare con il proprietario e guardare il modello di esposizione. 

Chiuso perché non è possibile giustificare oggi il vantaggio di aspettare 15 giorni dal rivenditore ufficiale per avere ciò che internet promette di consegnarti in 24 ore (probabilmente dalla stessa casa produttrice).

Purtroppo sono d’accordo con il mio amico: quel negozio è contemporaneamente vivo e morto, come il famoso gatto di Schrödinger.

Il fatto è che nella stessa condizione ci sono migliaia di imprese italiane.

Outsourcing the Future

Quanti imprenditori eccellono per la qualità dei loro prodotti? Tanti.

Il merito è spesso della capacità, tra le altre, di saper acquistare le giuste materie prime, un sapere imparato sul campo, forse tramandato.

Quanti di questi sono capaci di acquistare, nello stesso modo, innovazione. Pochissimi.

Intanto è necessario precisare che l’innovazione non si acquista, ma si acquisiscono le capacità di fare innovazione. 

Ho usato volutamente l’espressione “acquistare innovazione” per descrivere con precisione il fare tipico di imprenditori e dirigenti, di quelle piccole e medie imprese, responsabili della gran parte del PIL italiano di cui dicevo all’inizio.

Comprano un nuovo sito web.

Comprano una nuova app.

Comprano l’e-commerce.

Comprano un nuovo brand.

Comprano un nuovo [inserisci il nome del tuo servizio].

Come se bastasse acquistare da un fornitore, fuori dalla propria azienda, una scatola scintillante che si può installare in azienda e che basta accenderla per far funzionare meglio le cose.

Nel momento in cui si prende questa decisione si sta deliberatamente delegando la cosa più importante che ogni azienda ha: il rapporto con i propri clienti.

Si sta cedendo il proprio futuro in outsourcing.

L’essenziale è invisibile agli occhi

È possibile ricondurre a tre elementi ciò che definisce le capacità di un’azienda di resistere alla competizione e quindi di sopravvivere: Persone, Processi e Prodotti, le nostre 3P.

Di queste 3P, solo una si vede bene nel bilancio, quella dei prodotti che rimangono lì in attesa di trovare un cliente.

Purtroppo la P delle Persone intesa come Cultura aziendale e la P dei Processi intesa come la capacità di interagire, collaborare, prendere decisioni, sono invisibili agli occhi.

Quando si decide di investire nel prossimo vantaggio competitivo sarebbe troppo semplice comprare in blocco e mettere un semplice costo deducibile a bilancio senza che questo abbia impatti in altre aree.

Innovare significa investire sulle Persone, sul costruire quella cultura che abilita le crescita e permette di evolvere i Processi con i quali si crea valore.

Innovare significa sviluppare le skills per sviluppare nuove skills, imparare a  migliorare la capacità di imparare, sperimentare per accelerare nuovi esperimenti e fare esperienza per imparare dalle esperienze. 

Perdona il gioco di parole ma spero di aver reso l’idea. Molte volte, dietro la richiesta di rifare un sito, un’app o un e-commerce, si nasconde più un progetto di change-management che di semplice execution.

Ecco perché anche tu in questo momento potresti essere in una scatola come il gatto di Schrödinger. Potresti contemporaneamente sopravvivere o soccombere agli effetti della trasformazione tecnologica che cambia i comportamenti delle persone e di conseguenza del mercato.

Tu che ne pensi?

Buon lavoro!
Fatti sentire.

Continua a leggere

Moonshot

4:25 di lettura — Space X, Lean Analytics, Alignment, Value Network, Technical Risk

Leggi la nota

Come un frattale

4:44 di lettura — Sterilizzazione di primavera, la tua nuova purpose, un nuovo appuntamento alla macchinetta del caffè.

Leggi la nota

The Virus Week

Hey, buon lunedì, probabilmente grazie al virus avrai sperimentato lo smart working o forse avrai scoperto che aziende che non lo avrebbero mai permesso in

Leggi la nota

Alta concentrazione

Hey, buon lunedì! 9:00 Dovresti arrivare in ufficio 9:45 Finisci di leggere le mail del weekend, anche se le conosci tutte perchè leggi la mail di lavoro

Leggi la nota

The Minority Report Economy

Hey, buon lunedì, La nota di oggi sarà breve perché è giusto rimanere concentrati sull’evento del 18 Febbraio. L’avevi segnato in agenda? Ci incontreremo fisicamente domani 18

Leggi la nota

Vivere le 3P

Hey, buon lunedì,è quasi finito il primo mese di questa nuova decade. Ci aspettavamo che sarebbe stato tutto diverso, in realtà non è cambiato niente. Business as

Leggi la nota

Tu sei qui

Hey, buon lunedì! È la prima nota dell’anno. Di un anno che è iniziato bene. Giovedì scorso, il 16, ci siamo incontrati per la prima

Leggi la nota
© STRTGY 2020, Firenze