No. 68

Business as usual is over!

3:58 di lettura — Cos’hanno in comune le aziende più innovative del Mondo?
CONDIVIDI
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Hey, buon lunedì,

Venerdì scorso si è conclusa un’altra entusiasmante edizione del Programma di Accelerazione Strategica qui in STRTGY, la sesta per l’esattezza. 

Da oggi nuovi professionisti si aggiungeranno allo STRTGY Alumni Network. Il gruppo di professionisti in tutta Italia che hanno frequentato il Programma e che hanno deciso di gestire l’innovazione in modo radicalmente diverso, implementando nella loro attività OKRs, JTBD, Design Thinking, Pre e Prototyping…

Ognuno con il proprio livello, adattando queste tecniche alle proprie capacità operative, ai propri modelli di business, ai propri clienti, perché non esiste una ricetta unica per creare il futuro ma esistono strumenti per anticiparlo.

È già possibile inviare la tua Domanda di Ammissione alla settima edizione. 

Preparati a un’esperienza di full body contact con le tecniche di innovazione che sembrano possibili solo in Silicon Valley, con team giganti e ingenti capitali e a sgretolare le tue convinzioni per comprendere che questa potrebbe essere l’opzione meno costosa e meno rischiosa per restare rilevante nel mercato.

Questa che stai leggendo non è una lettera di vendita. È un invito personale a sfidare lo status quo. Non sei obbligato da nessuno a continuare se non dalle tue ambizioni.

L’offerta formativa, oggi, è incredibilmente ampia. Il bravissimo Federico Sbandi ne ha disegnato l’anatomia in questo articolo e quello che mi ha colpito di più è questa frase:

“Otto anni fa, 7 delle 10 scuole elencate non esistevano.”
—Federico Sbandi

Non puoi competere con Internet. Le informazioni sono già là fuori, ed esisterà sempre un modo più economico per imparare quel tool, per installare quel pixel, per sviluppare quell’applicazione senza conoscere una sola riga di codice… ma le informazioni da sole non bastano.

STRTGY non è information business. 

STRTGY è Transformation Business.

E chi passa da qui si rende conto che l’unica cosa che accomuna le aziende più innovative del mondo è una cosa sola: Business as usual is over!

3 innovation patterns

Il Time ha pubblicato da poco la lista delle 100 aziende più influenti facendosi una semplice domanda: quali aziende stanno modellando il futuro?

I parametri di valutazione sono fattori chiave come rilevanza, impatto, innovazione, leadership, ambizione e successo.

La lunga lista è stata divisa in sezioni come PIONEERS, LEADERS, INNOVATORS, TITANS, DISRUPTORS.

Anche tra i pionieri emergono nomi che conosciamo benissimo… l’ho scrollata interamente più volte per cercare di identificare un pattern comune a questi risultati straordinari. Ecco i 3 principali.

Ripensare il proprio impatto per un nuovo mondo

Nessuna azienda ha fatto niente di nuovo, leggendo le storie, quello che hanno fatto sembra una naturale evoluzione di ciò che le ha rese famose. 

Ma nessuna lo ha fatto come ci saremmo aspettati che lo facessero. Niente business as usual.

Cosa è cambiato? La incredibile capacità di rimanere focalizzati sulla versione del mondo che vogliono creare e di anticipare il cambiamento dei comportamenti del mercato. Quando leggiamo questa lista il lavoro è già concluso ma l’innovazione è una pietanza a lenta cottura… Il cambiamento non è avvenuto in una notte.

Cosa possiamo imparare: fare double down su ciò che siamo capaci di fare, eliminare il rumore e iniziare sin da oggi a lavorare sulla prossima versione di noi stessi?

Il Design è tutto, ma solo se cambia il comportamento delle persone

Tutte le aziende citate hanno una capacità di execution elevatissima. Dal punto di vista estetico il livello dei loro prodotti è elevatissimo. Potremmo dire… sticazzi.

Ma non è una questione di estetica. Il Designer del futuro progettano abitudini. 

Vuoi un esempio?

Oatly, azienda Svedese che produce latte di avena, non fa un latte di avena migliore di altri prodotti simili… Oatly ridefinisce la categoria e cambia il modo con il quale le persone consumano caffè.

Bumble, l’app di appuntamenti è come Tinder, fa esattamente la stessa cosa, ma lo fa con un focus sulla sicurezza.

Strava, l’app per tracciare i propri allenamenti, potrebbe fermarsi ad avere un buon GPS e una bella interfaccia con un sacco di numerini e grafici… Strava invece elabora i dati e li rende disponibili per la progettazione di spazi per atleti e trasporti più sicuri. Il percorso della pista ciclabile in Portland è stata disegnata mappando i percorsi più frequentati dai ciclisti. Strava crea città migliori per gli atleti di domani.

Paypal, Stripe, Mastercard, non sono solo leaders nei pagamenti digitali, ma rendono possibile abilitano mondo cashless e contactless. Less is more…

Cosa possiamo imparare: il Design non è estetica ma Behavioral Science.

Purpose e Profit possono coesistere

Nessuna di queste aziende lo fa per beneficenza. Ma queste aziende utilizzano i loro prodotti per migliorare la vita delle persone.

Beyond Meat riduce gli allevamenti intensivi e danni che provoca.

Headspace promuove mindfulness e meno stress.

Nintendo crea communities.

Adidas riduce gli sprechi.

Walmart aiuta gli americani a vaccinarsi.

Tesla verso un mondo senza petrolio.

Cosa possiamo imparare: come possiamo rendere il mondo un posto migliore ed essere remunerati per il valore che creiamo?

3 domande prima di lasciarci

  • Quali progetti ti portano a lavorare al di fuori dal tuo business a usual?
  • Sono adeguatamente sostenuti in termini di risorse (skills, budget, tempo)
  • Come misuri l’impatto? 

 

Hai tutto.

Buon lavoro!
Fatti sentire.

👋  Antonio

 

 

L’ispirazione di oggi ↓

Il titolo della Nota di oggi è stato ispirato dalla risposta di Marco, Dirigente di una importante società di consulenza strategica con più di 100 persone nel suo team, alla domanda:

“All’interno della tua organizzazione o del tuo team, quando si lavora a progetti innovativi dai quali ci si aspetta un grande impatto, qual è il problema più grande che, se risolto, ti farebbe lavorare 10 volte meglio?”

 

“L’organizzazione del tempo: innovation vs BAU (Business As Usual) è sempre un equilibrio basato su dinamiche poco razionali.”

 

👉 Aggiungi la tua prospettiva rispondendo al 10× Survey

 

 

Non perdere le prossime Note. Ogni lunedì alle 7:00. Gratis.

Strumenti e framework per sbloccare l’innovazione in azienda e applicare praticamente Design Thinking, Blue Ocean Strategy, JTBD e OKRs.  

Tutte le STRTGY Notes

T.E.M.P.O.

4:33 di lettura — Come creare la tua macchina della crescita, concentrare le energie e allineare il team

Leggi la nota

Moonshot

4:25 di lettura — Space X, Lean Analytics, Alignment, Value Network, Technical Risk

Leggi la nota

Come un frattale

4:44 di lettura — Sterilizzazione di primavera, la tua nuova purpose, un nuovo appuntamento alla macchinetta del caffè.

Leggi la nota

The Virus Week

Hey, buon lunedì, probabilmente grazie al virus avrai sperimentato lo smart working o forse avrai scoperto che aziende che non lo avrebbero mai permesso in

Leggi la nota

Alta concentrazione

Hey, buon lunedì! 9:00 Dovresti arrivare in ufficio 9:45 Finisci di leggere le mail del weekend, anche se le conosci tutte perchè leggi la mail di lavoro

Leggi la nota

The Minority Report Economy

Hey, buon lunedì, La nota di oggi sarà breve perché è giusto rimanere concentrati sull’evento del 18 Febbraio. L’avevi segnato in agenda? Ci incontreremo fisicamente domani 18

Leggi la nota

Vivere le 3P

Hey, buon lunedì,è quasi finito il primo mese di questa nuova decade. Ci aspettavamo che sarebbe stato tutto diverso, in realtà non è cambiato niente. Business as

Leggi la nota

Tu sei qui

Hey, buon lunedì! È la prima nota dell’anno. Di un anno che è iniziato bene. Giovedì scorso, il 16, ci siamo incontrati per la prima

Leggi la nota