No. 45

A nessuno interessa il tuo perché

Self betterment e Jobs-to-be-done
CONDIVIDI
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Hey, buon lunedì!

Avrai la mail piena e i feed intasati delle Elezioni Americane, dei nuovi computer di Apple, di Farfetch e la sua mega alleanza con Alibaba e Richemont, di Netflix che in Francia lancia una televisione “tradizionale”… praticamente tutte cose che non avranno il minimo impatto né sulla tua carriera, nè sul tuo business, né sulla tua vita privata.

Se siamo qui, io e te, è perché questa newsletter e la nostra community ci aiutano fare zoning-out, a tornare a essere presenti sulle cose che contano, su ciò che possiamo cambiare per migliorare la situazione e uscire dal “survival-mode”.

Da dove si parte?

Dal perché. Ma non dal tuo.

Ogni progetto di innovazione è un progetto di Change Management. Punto.

È un dato di fatto però che il 70% dei progetti di Change Management fallisce (guarda tu stesso ↗).

L’idea che mi sono fatto è che tutte partono dal perché sbagliato. Costose consulenze e interminabili meeting con Executives a cercare di mettere un po’ di post-it in quei cerchi concentrici di Simon Sinek  ↗. Start with Why.

Se è successo anche a te, dimmi sinceramente, ti è stato utile?

Probabilmente no. E questo semplicemente perché alle persone non importa niente del tuo perché, alle persone importa solo il proprio di perché.

Tutti compriamo prodotti e servizi perché cerchiamo di fare dei progressi nelle nostre vite. Qui, nella nota No. 37 ↗, ho individuati 4 aspetti veramente basici e provocatori.

Rifletti sul fatto che quando in azienda c’è necessità di inventare qualcosa di nuovo per migliorare il conto economico è perché le persone hanno cambiato il loro modo di rivolgersi al mercato per trovare le risposte ai propri bisogni. Se non adatti il prodotto o il servizio alle nuove esigenze le chance di diventare irrilevanti saranno molto alte.

Sembra che le persone si annoino velocemente, che siano diventate refrattarie ai messaggi, distratte da chi urla di più… Niente di tutto questo. 

Le persone non sono stupide. Sono solo efficienti.

Ciò che gli stai offrendo, le persone, lo sanno già fare. Sono incredibilmente brave a costruire i propri workaround mettendo in sequenza soluzioni già disponibili. Sanno come raggiungere la versione migliore di loro stesse. Lo fanno con più o meno fatica, ma lo fanno già senza il tuo aiuto.

Il tuo compito, se vuoi sopravvivere, è offrire una soluzione 10× meno costosa, 10× più veloce, 10× più sicura. 

C’è una cosa che, comunque vada, non cambierà mai. Il desiderio di miglioramento personale. Quello che viene chiamato self-betterment. Anche, e aggiungo soprattutto, ora che siamo rinchiusi di nuovo in casa.

Ad aprile ho scritto una serie di note che avevano come tema comune quella che avevo chiamato Bring-at-home Economy. Un insieme di comportamenti emergenti che hanno cambiato e continuano a modellare il modo di creare valore per le persone e di conseguenza di riallineare i profitti con i modelli operativi. Ecco i più importanti. In fondo alla newsletter invece la raccolta delle note.

Lavorare meglio

Uffici deserti ma team costantemente connessi in videoconferenza. Sono esplosi servizi che hanno ricostruito le dinamiche collaborative da remoto. Da Zoom per le video call, alle lavagne virtuali come Miro, ai software di project management come Trello o Basecamp. È facile aprire un account, spesso è gratuito, più difficile ricostruire processi di lavoro efficienti e capacità di comunicare in maniera asincrona. I bar a pausa pranzo non funzionano più e i buoni pasto sono rimasti nel tuo wallet. 

Mangiare meglio

Stare a casa obbliga a cucinare più spesso per necessità o per riscoprirne il potere psicoterapeutico. Raddoppia la spesa in food-delivery. Vince chi consegna esperienze. +20% di distillati per cocktail da bere a casa ↗

Migliorare la propria casa

Mai come in questo periodo abbiamo permesso a clienti e colleghi di entrare nelle nostre case. Arredamento, scrivanie e accessori, hanno cambiato non solo il valore estetico ma anche quello economico delle abitazioni. +30% di domanda per case in campagna ↗. Vale più uno studiolo che un balcone. Il bonus del 110%.

Essere genitori migliori

La scuola ha fallito miseramente ogni aspettativa. Nessuna evoluzione oltre a una goffa didattica a distanza. E quando i figli sono a casa è compito dei genitori proteggerli dalle distrazioni della rete e ricostruire i momenti sociali con la difficoltà di far collidere generazioni che classicamente si incontravano solo a cena.

Puoi finalmente giocare con i giganti

Quelli che ho appena elencato sono solo i più evidenti jobs-to-be-done sui quali riallineare la creazione di valore.

Avrai notato probabilmente che quando provi a individuare i tuoi competitor diventa sempre più difficile trovarne nella propria industria. Succede quando le tecnologie più accessibili permettono a tanti di entrare nel mercato per risolvere gli stessi problemi e allora la competizione arriva da ogni lato.

Le persone, in casa, lasciano pochi punti di accesso con il mondo: il telefonino, il computer, la televisione, la radio. Se da un lato la pressione dei messaggi su questa manciata di touchpoint diventa fortissima dall’altro diventa democratica. Tu e un un’azienda da 1 billion, ovunque essa sia, potete competere finalmente ad armi pari: quando investite su Facebook Ads, Google Ads o Spotify Ads utilizzate entrambi lo stesso strumento, lo stesso codice sorgente, la stessa versione di algoritmo per raggiungere la stessa persona.

Per la prima volta puoi vincere l’asta contro un gigante a patto che il tuo messaggio sia rilevante per quella persona. Non importa la tecnologia che è uguale per tutti, e importante conoscere il perché di chi ti ascolta. E importante la strategia.

Buon lavoro!
Fatti sentire.

Non perdere le prossime Note. Ogni lunedì alle 7:00. Gratis.

Strumenti e framework per sbloccare l’innovazione in azienda e applicare praticamente Design Thinking, Blue Ocean Strategy, JTBD e OKRs.  

Ultime STRTGY Notes

№ 88
del 18 Ottobre 2021
4:30 di lettura — Il nuovo layout della newsletter. Notion valutato 10 Miliardi. La strategia del Funnel Inverso.
№ 84
del 20 Settembre 2021
3:28 di lettura — L’incredibile impatto di scegliere la variabile giusta al momento giusto
№ 82
del 6 Settembre 2021
3:33 di lettura — Dalla Strategia. Come codificarla rendendola visibile a tutta l’organizzazione.
№ 81
del 30 Agosto 2021
4:37 di lettura — Riparti a Settembre con ordine e concentrazione usando un semplice principio (e un nuovo tool: il Team Focus Planner)
№ 80
del 2 Agosto 2021
6:20 di lettura — Cosa leggere per migliorare cultura, scalabilità e profitto nel prossimo quadrimestre
№ 77
del 5 Luglio 2021
2:48 di lettura — L’importanza strategica della gentilezza e perché è stata fondamentale per Starbucks in Italia
№ 76
del 28 Giugno 2021
Svelata la scaletta dell’incontro con Mauro Porcini, SVP & CDO di PepsiCo. Live oggi 28 Giugno 18:30 solo su STRTGY
№ 74
del 14 Giugno 2021
2:23 di lettura — Non più solo estetica ma culturale ed economica - Contiene annuncio importante!
№ 71
del 24 Maggio 2021
5:00 di lettura — Come individuare il massimo grado di libertà strategica
№ 69
del 10 Maggio 2021
1:26 di lettura — Cosa hanno imparato un influencer da 600k subs e un Head of Strategy di una delle più creative agenzie italiane? 10 sgami per spaccare su internet
№ 68
del 3 Maggio 2021
3:58 di lettura — Cos’hanno in comune le aziende più innovative del Mondo?
№ 66
del 26 Aprile 2021
4:39 di lettura — Dalla co-creazione alla co-operazione.
№ 62
del 29 Marzo 2021
5:15 di lettura — Perché importante che tutto sia “prodottizzato”
№ 61
del 22 Marzo 2021
5:36 di lettura — Come aumentare il tuo impatto e quello del tuo team, smettendo di scrivere task inefficaci.
№ 60
del 15 Marzo 2021
5:29 di lettura - La ricetta perfetta per il disastro e cosa fare in alternativa
№ 59
del 8 Marzo 2021
4:21 di lettura — Priorità chiare, team allineati, motore a pieni giri.
№ 56
del 22 Febbraio 2021
5:39 di lettura — Clubhouse, un suo competitor e il percorso più breve tra Produzione e Consumo
№ 54
del 8 Febbraio 2021
4:33 di lettura — Come creare la tua macchina della crescita, concentrare le energie e allineare il team
№ 52
del 25 Gennaio 2021
5:54 di lettura — Come usare la North Star Metric per disegnare e guidare la strategia
№ 51
del 18 Gennaio 2021
4:56 di lettura - Experience as a Service. Come usare i dati per guidare la Strategia.
№ 48
del 7 Dicembre 2020
5:21 di lettura — Scopri se la tua organizzazione è matura per adottare gli OKRs.
№ 46
del 23 Novembre 2020
4:25 di lettura — La spiegazione strategica del perché Apple ha lasciato Intel e del perché i tuoi clienti potrebbero lasciare te.
№ 41
del 26 Ottobre 2020
Cos'hai in comune con Apple, Netflix e Spotify?
№ 40
del 19 Ottobre 2020
5:00 di lettura — Focus, Allineamento, Misurazione, Stretching, Ritmo e Comunicazione
№ 39
del 12 Ottobre 2020
Concentrarsi sulle cose che contano, non sull’innovazione degli altri
№ 37
del 28 Settembre 2020
5 min di lettura — Le uniche 4 cose che puoi vendere, esercizio pratico.
№ 36
del 21 Settembre 2020
4:41 di lettura — Allineamento strategico, Eric Yuan, Disruptive Innovation
№ 31
del 10 Agosto 2020
Summer Edition — 9 esempi di chi ha già ridotto il gap tra Design, Business e Tecnologia
№ 28
del 20 Luglio 2020
9 libri per ridurre il gap tra Design, Business e Tecnologia
№ 26
del 6 Luglio 2020
5:39 di lettura — Un gelato Blue Ocean, l’esperienza fuori dal negozio, queue management e brand computazionali.
№ 31
del 22 Giugno 2020
4:54 di lettura — Lavorare ovunque, chi può innovare copiando, cosa fare nel Q3-2020
№ 22
del 8 Giugno 2020
4:25 di lettura — Space X, Lean Analytics, Alignment, Value Network, Technical Risk
№ 21
del 1 Giugno 2020
5:32 di lettura — Licenzia la tua agenzia, la new wave della consulenza, Design Thinking flavors
№ 20
del 25 Maggio 2020
4:51 di lettura — La strategia sbagliata di Honda, la capacità di intercettare opportunità emergenti, Discovery Driven Strategy
№ 19
del 18 Maggio 2020
4:56 di lettura — Value, Delivery, Trust and Decision Making Chains
№ 18
del 11 Maggio 2020
4:47 di lettura — I limiti strutturali all’innovazione, prioritizzazione, 2 pattern, 3 tools.
№ 17
del 4 Maggio 2020
4:55 di lettura — Workshop del Team rosso, proprietà privata, condivisione, architettura e design, fiducia, rischio e igiene.
№ 16
del 27 Aprile 2020
5:33 di lettura — chi deve innovare? 3 modi low-risk, innovazione vs ottimizzazione, la carta-carbone di Facebook
№ 15
del 20 Aprile 2020
4:31 di lettura — The Contactless Business Model, no-business-plan, ristoranti fantasma e computazionali.
№ 13
del 6 Aprile 2020
5:08 di lettura — Nuove regole, nuove abitudini e 8 aree d’impatto per qualsiasi tipo di business.
№ 12
del 30 Marzo 2020
4:30 di lettura — Perché tempo, semplicità e performance sono fondamentali per qualsiasi futuro ci aspetti.
№ 11
del 23 Marzo 2020
4:44 di lettura — Sterilizzazione di primavera, la tua nuova purpose, un nuovo appuntamento alla macchinetta del caffè.
№ 9
del 9 Marzo 2020
5:53 di lettura — L'impatto sulle Persone, un nuovo modello di business per sopravvivere, smart working e le fasi del movimento.