No. 53

Andare nella giusta direzione

4:29 di lettura — OKRs vs KPI. Semplificazione. Concentrazione. Ritmo.
CONDIVIDI
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Hey, buon lunedì!

Oggi non è l’1 febbraio. Oggi è il 9% del 2021. Come sta andando?

Questa è l’ultima di una serie di 3 note scritte con l’unico scopo di fornirti arco, frecce e soprattutto una mira micidiale per centrare qualsiasi bersaglio tu abbia deciso di puntare in questo 2021.

Mettiamoci all’opera.

Riassunto delle puntate precedenti

No. 51 — Everybody XaaS

No. 52 — Numeri in tempo reale

È chiaro ormai che non siamo più nel business dei prodotti (e dei servizi) ma siamo nel business delle eXperiences as a Service.

Le persone cercano relazioni di breve periodo con brand che permettono loro di migliorare particolari aree della propria vita. Non comprano un particolare prodotto perché ne hanno bisogno, ma momentaneamente investono in un servizio che permette di raggiungere un risultato tangibile. Migliore sarà l’esperienza, più alta sarà la possibilità che continuino a pagare in futuro. 

Il cambio di paradigma avviene nel momento in cui tutto questo non vale più soltanto per i software o i servizi ma vale anche per i prodotti fisici, sia b2b che b2c.

  • Non vuoi degli infissi nuovi -> vuoi ottenere il bonus per ridurre il costo di ristrutturazione
  • Non vuoi un hamburger -> vuoi una belle serata
  • Non vuoi un’agenzia -> vuoi un team di esperti al tuo servizio
  • Non vuoi un paio di occhiali per vedere meglio -> vuoi un paio di occhiali per essere visto
  • Non vuoi un bottiglia di vino -> vuoi viaggiare altrove

 

E chi sono le aziende che, meglio di chiunque altre, basano il loro modello di business sul migliorare costantemente la customer experience? 

Esatto: le tech companies. E sai una cosa? Siamo tutti una tech company.

Esattamente 10 anni fa Marc Andreessen aveva previsto tutto nel suo pezzo più famoso: “Software is eating the World”.

Oggi nessuno potrebbe smentire il fatto che anche un’azienda che produce mozzarelle oppure una pizzeria o una copisteria di quartiere sono delle tech companies. 

Senza del codice che giri da qualche parte nel cloud nessuno potrebbe far parte del gioco. Letteralmente (GameStop via NYTimes).

Il software che mangia il mondo in realtà si nutre di numeri, cucinati a dovere da nuovi designer, gli chef delle esperienze.

Sono ricette semplici, hanno pochi ingredienti, a volte solo 3 numeri allineati nell’esatta sequenza così da cambiare il comportamento delle persone.

Se sei arrivato a leggere fin qui, e la fotografia ti sembra ancora sfocata, ti consiglio di rileggere il paragrafo “Come usare la North Star per disegnare e guidare la strategia”. Ripartirò da qui.

Ricalcolo…

È notte. Stiamo guidando. A un certo punto imbocchiamo un tunnel, uno di quelli lunghi che attraversano le montagne. Per chilometri una sequenza intermittente di neon e cemento. L’unica cosa che ci rassicura è guardare il cruscotto e sapere che la velocità è costante, il motore gira regolare, nessuna spia accesa, uno sbadiglio, e (probabilmente) abbastanza benzina per viaggiare sin dall’altro lato.

Questo è esattamente la metafora più vicina del guidare l’azienda con i KPI. 

Se non ci sono spie accese tutto va bene, puoi continuare a viaggiare indisturbato senza ma senza avere la possibilità di sapere dove sei. Nel tunnel non hai punti di riferimento, non hai puoi orientarti, puoi solo continuare a fare quello che stavi facendo, seguire i neon.

Se avessi avuto il navigatore probabilmente non avresti mai imboccato quel tunnel. Probabilmente avresti presto l’uscita precedente e percorso una strada nuova, forse meno comoda, ma sicuramente più veloce.

Questo significa viaggiare con gli OKRs.

Avere sempre la possibilità di rispondere alla domanda più importante: stiamo andando nella giusta direzione?

Questa è una domanda alla quale non potremmo rispondere semplicemente guardando il contachilometri.

Il navigatore invece utilizza i dati per ricalcolare costantemente percorso. Mette insieme le informazioni delle mappe con quelle del traffico in tempo reale e genera rapidamente un gran numero di opzioni per raggiungere la destinazione nel più breve tempo possibile.

È vero che bisogna godersi il viaggio. Ma per farlo è necessario aver chiara la destinazione.

Come si collega la North Star Metric con gli OKRs?

Mettiamo le cose in fila, come se tracciassimo delle linee immaginarie per disegnare le costellazioni.

Abbiamo un’esperienza, quella che l’intera organizzazione si impegna a far vivere a ogni suo cliente. E ho usato volutamente il singolare perché potresti avere più prodotti ma l’esperienza è sempre una sola, sono i prodotti a essere distribuiti lungo il percorso evolutivo del cliente. 

È importante semplificare per diventare i migliori, per diventare gli unici.

Un’esperienza così semplice che è facile descriverla con i numeri, con i dati che arrivano direttamente dall’utilizzo dei prodotti stessi, come le informazioni del traffico per Google Map. Le metriche leading e lagging. Tutte allineate portano alla stella più luminosa, quella da seguire, la North Star.

A questo punto hai tutto e ti servono gli OKRs per definire in maniera qualitativa e quantitativa il percorso migliore, in un determinato momento, per spostarsi con maggiore velocità possibile verso i risultati che vuoi ottenere.

Può sembrare complicato e invece è molto semplice per renderlo estremamente pratico voglio invitarti a guardare il replay di questo STRTGY Meeting con Pedro Clivati di GrowthHackers.com

Troverai due video.

Nel primo Pedro aggiunge dei dettagli importanti su come la NSM è utilizzata per prioritizzare gli apprendimenti e la generazione di idee per gli esperimenti crescita.

Nel secondo invece io ti spiegherò, con degli esempi, come scrivere gli obiettivi, individuare i key results e costruire l’architettura OKRs in maniera tale che ogni energia venga spesa per muovere l’organizzazione verso la realizzazione della propria missione.

Semplificazione. Concentrazione. Ritmo.

STRTGY is SUCCESS IN PROGRESS…

Buon lavoro!
Fatti sentire.

Non perdere le prossime Note. Ogni lunedì alle 7:00. Gratis.

Strumenti e framework per sbloccare l’innovazione in azienda e applicare praticamente Design Thinking, Blue Ocean Strategy, JTBD e OKRs.  

Tutte le STRTGY Notes

T.E.M.P.O.

4:33 di lettura — Come creare la tua macchina della crescita, concentrare le energie e allineare il team

Leggi la nota

Moonshot

4:25 di lettura — Space X, Lean Analytics, Alignment, Value Network, Technical Risk

Leggi la nota

Come un frattale

4:44 di lettura — Sterilizzazione di primavera, la tua nuova purpose, un nuovo appuntamento alla macchinetta del caffè.

Leggi la nota

The Virus Week

Hey, buon lunedì, probabilmente grazie al virus avrai sperimentato lo smart working o forse avrai scoperto che aziende che non lo avrebbero mai permesso in

Leggi la nota

Alta concentrazione

Hey, buon lunedì! 9:00 Dovresti arrivare in ufficio 9:45 Finisci di leggere le mail del weekend, anche se le conosci tutte perchè leggi la mail di lavoro

Leggi la nota

The Minority Report Economy

Hey, buon lunedì, La nota di oggi sarà breve perché è giusto rimanere concentrati sull’evento del 18 Febbraio. L’avevi segnato in agenda? Ci incontreremo fisicamente domani 18

Leggi la nota

Vivere le 3P

Hey, buon lunedì,è quasi finito il primo mese di questa nuova decade. Ci aspettavamo che sarebbe stato tutto diverso, in realtà non è cambiato niente. Business as

Leggi la nota

Tu sei qui

Hey, buon lunedì! È la prima nota dell’anno. Di un anno che è iniziato bene. Giovedì scorso, il 16, ci siamo incontrati per la prima

Leggi la nota